Furcht
pagina del negozio Furcht & C. Kawai Pearl River mondo pianistico il pianoforte contatti cerca
Maurizio Baglini
Pianisti
Corsi
Concorsi
Stagioni concertistiche
Altri concerti
Links Mondo pianistico
Kawai nei concorsi internazionali
Record!


Maurizio Baglini


ritratto del pianista Maurizio Baglini
Anno di nascita / Year of birth: 1975
Sito web / Website: www.mauriziobaglini.com
Posta elettronica / e-mail: info@mauriziobaglini.com

Agente / Agent : Carlo Cavalletti
Posta elettronica/ e-mail: carlocavalletti1@gmail.com
Cellulare / Mobile phone: (+39)392.9364740

Ha vinto con Kawai:





Premiato giovanissimo nei più importanti concorsi internazionali — Busoni di Bolzano, Chopin di Varsavia, William Kapell del Maryland —, a soli 24 anni vince con consenso unanime della giuria il World Music Piano Master di Montecarlo.

Ospite dei più prestigiosi Festivals di tutto il mondo — La Roque d'Anthéron, Loeckenhaus, Yokohama Piano Festival, Australian Chamber Music Festival, Anima Mundi a Pisa, Benedetti Michelangeli di Bergamo e Brescia, Rossini Opera Festival, Israel Festival di Gerusalemme —, viene regolarmente invitato da istituzioni concertistiche internazionali di ragguardevole spessore come solista e in formazioni di musica da camera: Salle Gaveau di Parigi Kennedy Center di Washington, Auditorium del Louvre, Gasteig di Monaco di Baviera, IUC di Roma, Unione Musicale di Torino. Solista con prestigiose orchestre quali la Philarmonique di Montecarlo, la Sinfonica di Barcellona, la Zurich Kammer Orchestra, I pomeriggi musicali di Milano, Orchestra da Camera di San Pietroburgo,Baltimore Symphony Orchestra, ha collaborato con direttori quali Emmanuel Krivine, Armin Jordan, Howard Griffiths, Donato Renzetti, Maximiano Valdes, Brian Wright, Massimiliano Caldi, Antonello Allemandi. Le sue esecuzioni sono state apprezzate ed elogiate dalla critica internazionale:
...L'aurait-on rêvé qu'on n'aurait jamais imaginé entendre un jour un pianiste aussi proche d'Alfred Cortot par l'esprit, la sonorité....Et puis, Baglini a une sonorité profonde, à la fois lumineuse et ronde, une dynamique à couper le souffle, une culture du son rarissime à notre époque, une vraie présence en scène. Alain Lompech (Le Monde) ...Un Pianiste vrai, un musicien authentique, un nom à retenir... Pierre Petit (Le Figaro) BAGLINI: Piano with Emotion. Cecilia Porter (Washington Post). ... One of the most significant Chopin performers in the next en / twelve years.... Robert Vroon (American Record Guide). Ha al suo attivo una rilevante discografia che include fra l'altro due versioni dei 27 Studi di Frederyk Chopin, eseguiti sia su strumenti originali del XIX secolo, che su pianoforte moderno (Phoenix Classics). Nel 2005 ha dato inizio alla registrazione dell'opera integrale per pianoforte di Bach — Busoni, edita da Tudor, che si completerà nel 2008. Ha pubblicato per Kashima Productions un DVD con il Concerto nº 1 op. 11 di Chopin accompagnto dalla New Japan Philarmonic Orchestra. Interprete versatile, ha un vasto repertorio che spazia da William Byrd alla musica contemporanea, con riferimenti importanti a Chopin, oltre ad un profondo interesse per la prassi esecutiva filologica su clavicembalo e fortepiano. Nel 2006, Azio Corghi dedica al duo Silvia Chiesa Maurizio Baglini la Suite d'après cinq chansons d'élite, edita da BMG Ricordi e subito incisa dai due musicisti per l'etichetta Concerto. Nel dicembre 2007 viene invitato come unico pianista italiano a festeggiare i 100 anni della Salle Gaveau a Parigi, in una serata trasmessa dall'emittente televisiva France 3 a cui, fra gli altri, hanno partecipato Martha Argerich, Nelson Freire, Jean Marc Luisada. Il 9 Maggio 2008 è stato ospite principale della trasmissione televisiva Toute la Musique qu'ils aiment, presentata da Alain Duault su France 3, prestigioso spazio televisivo francese dedicato alla musica d'arte. Di recente pubblicazione l'integrale dell'opera per pianoforte solo di Rolf Urs Ringger (Tudor) che include cinque prime assolute. Nel 2008 esegue al Musée d'Orsay a Parigi la Sinfonia nº 9 di Beethoven nella trascrizione per pianoforte solo di Franz Liszt, accompagnato dal Coro di Radio France diretto da Matthias Brauer, in diretta radiofonica su France Musique. La registrazione dell'imponente trascrizione viene pubblicata nel 2009 da DECCA ed entusiasticamente recensita da riviste e quotidiani di tutto il mondo: Fanfare, American Record Guide, Sole 24 ore. Nel Giugno 2008 ha pubblicato l'opera di Camille Saint Saëns per violoncello e pianoforte insieme a Silvia Chiesa da parte della prestigiosa rivista musicale Amadeus. Nel Marzo 2009 ha realizzato al Teatro Verdi di Pordenone l'esecuzione in prima assoluta del Concerto per pianoforte e Orchestra del compianto Giuseppe Molinari con l'Orchestra del Friuli Venezia Giulia. Previsti per il Settembre 2009 un tour in Cina e il debutto al Festival Lisztomania di Châteauroux. Maurizio Baglini ha ideato e creato nel 2005 la prima edizione dell'Amiata Piano Festival, con l'intento di creare una diffusione capillare dell'intrattenimento culturale in una delle zone più belle e ispiratrici del territorio italiano, l'Alta Maremma. Nel 2007, grazie al successo delle prime due edizioni, Maurizio Baglini prosegue il proprio ideale progettuale creando il Dionisus, Festival di Musica, Arte e Multimedia, manifestazione che ruota attorno al prestigioso quadro ambientale del Castello e della Cantina di Collemassari e che porta avanti il forte desiderio di veicolare turismo internazionale in una regione particolarmente bella ed attraente.




Prizewinner in major International Piano Competions - Busoni in Bolzano, Chopin in Warsaw, William Kapell in Maryland — in 1999, aged only 24, he won the World Music Piano Master in Montecarlo. He regularly performs in prestigious worldwide Festivals - La Roque d'Anthéron, Loeckenhaus, Yokohama Piano Festival, Israel Festival in Jerusalem, Australian Chamber Music Festival, Benedetti Michelangeli Festival in Bergamo & Brescia, Festival Jacques Klein in Rio de Janeiro — and also in distinguished music societies and series such as Salle Gaveau, Musée d'Orsay, Auditorium du Louvre, Kennedy Center in Washington, Sala Cecilia Meireles in Rio de Janeiro, Gasteig in Munich. He has been soloist in important Orchestral Seasons - Philarmonique de Montecarlo, Symphonic de Barcelon y de catalana, Zurich Kammer Orchestra,New Japan Philarmonic Orchestra, Orchestra Toscanini di Parma, where he collaborated with conductors such as Emmanuel Krivine, Armin Jordan, Howard Griffiths, Donato Renzetti, Brian Wright. His performances have been reviewed by remarkable international press magazines: ...L'aurait-on rêvé qu'on n'aurait jamais imaginé entendre un jour un pianiste aussi proche d'Alfred Cortot par l'esprit, la sonorité....Et puis, Baglini a une sonorité profonde, à la fois lumineuse et ronde, une dynamique à couper le souffle, une culture du son rarissime à notre époque, une vraie présence en scène. Alain Lompech (Le Monde) ...Un Pianiste vrai, un musicien authentique, un nom à retenir... Pierre Petit (Le Figaro) BAGLINI: Piano with Emotion. Cecilia Porter (Washington Post). .... One of the most significant Chopin performers in the next en / twelve years... Robert Vroon (American Record Guide). His discography also includes all Chopin Etudes - recorded for Phoenix Classics either on modern piano and on two different XIX century original pianofortes — and the complete works for piano by Bach — Busoni, edited by Tudor. As an avid chamber music performer, he focuses a large part of his activity to new partnerships and musical literature, with a particular attention to contemporry music. In November 2006 Azio Corghi writes and dedicates him and his regular duo partner Silvia Chiesa a new work for cello and piano, D'après cinq chansons d'élite. In December 2007, he has been invited to celebrate 100 years Salle Gaveau's anniversary in Paris together with artists such as Martha Argerich, Nelson Freire, Jean Marc Luisada. In 2007, he founded the Dionysus Music, Art and Multimedia Festival, which takes place every year in the outstanding wine Cellar of Collemassari, in Poggi del Sasso (Cinigiano), Grosseto. In May 2008, he has been invited by French famous musicologist Alain Duault for the TV program " Toute la Musique qu'ils aiment " and regularly performs in live broadcasted concerts and programs for RADIO Tre Rai, France Musique, NHK Television, etc.... In March 2009, he published for Decca Beethoven-Liszt Symphony nº9 recording.